Studio Dentistico Dr.Fecchi Cleto


Vai ai contenuti

Protesi Fissa

Terapie

NEWS


News 1
La “Piorrea … questa sconosciuta!”
Spiegazioni etimologiche della parola piorrea.
Piorrea è il termine “volgare” di Parodontite cercare sotto Parodontologia
e vedi casi clinici di Parodontologia
-continua a leggere-

News 2
I trattamenti di sbiancamento dentale venduti in rete: cure o fregature?
Gli Odontoiatri vi spiegano perchè i procedimenti di sbiancamento dentale,
commercializzati attraverso internet, potrebbero rivelarsi una delusione.
-continua a leggere-

News 3
Alitosi: l’esperto risponde.
Per capire meglio cosa sia l'alitosi ci siamo rivolti al Professor Andrea Pilloni, docente di Parodontologia all'università La Sapienza di Roma.
-continua a leggere-


Consente di ricostruire denti gravemente danneggiati dalla carie o di sostituire elementi dentali mancanti, mediante l'inserimento di protesi comunemente chiamate corone o "capsule" (nel caso di protesi su un singolo dente), o ponti (nel caso di una protesi fissata su due o più denti naturali allo scopo di sostituire elementi mancanti). La protesi fissa viene cementata ai denti naturali del paziente e pertanto non può essere rimossa dalla bocca.Il materiale di gran lunga più utilizzato per la realizzazione del rivestimento esterno delle protesi fisse è la ceramica, per le sue caratteristiche estetiche, di durezza e di stabilità nel tempo. La parte interna delle protesi fisse è realizzata invece in lega aurea specifica per il cavo orale. Oggigiorno è possibile realizzare delle protesi fisse in ceramica che risultino di fatto indistinguibili da un punto di vista estetico e funzionale dai denti naturali.

Corona

Il dente da ricoprire viene "ridotto a moncone" mediante l'uso di strumenti rotanti montati su turbina. Successivamente, dopo aver rilevato un'impronta di precisione del moncone , (nel mio studio il rilevare l'impronta viene eseguito con il sistema CEREC) viene installata e cementata una corona in ceramica che ripristina correttamente e completamente la forma, la funzione e l'estetica del dente da riabilitare.

Ponte di tre elementi

Il dente mancante viene sostituito da un manufatto protesico prodotto in laboratorio che si àncora agli elementi contigui. I denti vicini vengono "ridotti a moncone" mediante l'uso di strumenti rotanti montati su turbina. Successivamente, dopo aver rilevato un'impronta di precisione del moncone, CEREC, viene installato e cementato un ponte in ceramica che ripristina correttamente e completamente la forma, la funzione e l'estetica del settore da riabilitare.

Ponte con perno moncone

Il dente mancante viene sostituito da un manufatto protesico prodotto in laboratorio che si ancora agli elementi contigui. I denti vicini vengono "ridotti a moncone" mediante l'uso di strumenti rotanti montati su turbina.
Quando uno dei pilastri è ampiamente distrutto il moncone viene ricostruito con perni cementati all'interno delle radici del moncone stesso.
Successivamente, dopo aver rilevato un'impronta di precisione del moncone, CEREC ,viene installato e cementato un ponte in ceramica che ripristina correttamente e completamente la forma, la funzione e l'estetica del settore da riabilitare.

Ponte maryland

Il dente mancante può essere sostituito da un elemento prodotto in laboratorio che viene cementato con sistemi adesivi alle pareti interne dei denti adiacenti mediante l'ausilio di alette ritentive.

Faccette

Le "faccette" in ceramica sono dei restauri indiretti che vengono utilizzati per la riabilitazione funzionale,ma soprattutto estetica, dei denti anteriori. Dopo aver rimosso gl ieventuali difetti e preparato i denti solo sulla loro superficie esterna (vestibolare) per creare il corretto spazio per l'alloggiamento delle faccette, viene rilevata un'impronta di precisione dell'arcata interessata CEREC. In laboratorio vengono costruito dei restauri in ceramica che vengono poi applicati sulla superficie preparata dei denti e cementati con l'ausilio di un sistema adesivo.

Intarsio

Dopo la terapia canalare, per preservare a lungo l'integrità del dente, viene eseguita la ricostruzione del "core" dell'elemento con resina composita e successivamente la corona viene preparata per le impronte di precisioni CEREC , grazie alle quali è possibile costruire un manufatto protesico detto "intarsio" che viene applicato sul dente preparato e cementato con tecniche adesive.


Home Page | La Struttura | Terapie | Implantologia | Contatti | Dove Siamo | Mappa del sito


Studio Dentistico Dottor Fecchi Cleto - Via Madonna dei Perugini, 13 - Gubbio - Tel / Fax 075 9220520 | info@studiodentisticofecchi.it

Torna ai contenuti | Torna al menu